Sappada Udine Monte Toc,
Erto e Casso
Lago di Barcis Villa Manin,
Codroipo
Piancavallo Fagagna L'arte dei coltelli
di Maniago

Udine & Alto Friuli

Una sorpresa dopo l'altra...

Piccola introduzione

Troppo spesso l’Alto Friuli viene superato in fretta, andando da Udine direttamente in montagna, e concedendo a queste zone solo il tempo di uno sguardo fuori dal finestrino. Errore.

 

Basterebbe solo fare il nome di San Daniele per far venir voglia di mettere la freccia, uscire dall’autostrada e fermarsi ad assaggiare un grissino accompagnato da questo capolavoro di prosciutto crudo. O se si sapesse ad esempio che, nelle località di Gemona o Venzone, il tempo ha lasciato il segno delle sue cicatrici ma non ha fermato la vita.

 

Per i più curiosi, salendo verso Nord si giunge al confine tra il Friuli e la Carnia, dove le colline iniziano a ‘tirare su’ e i fiumiciattoli di tanto in tanto riposano, creando delle pozze con un’acqua che non si capisce sia più azzurra o più verde smeraldo.

Succede ad Alesso quando si va al Palaar. Si incontrano le cantine di viticoltori eroici come a Nimis o a Savorgnano o chi si dedica alla produzione di birra artigianale, approfittando delle ottime riserve d’acqua qui presenti.

 

Non fate l’errore di tirare dritto. Prendetevi il tempo per lasciare la superficialità alle spalle ed esplorare Udine e l’Alto Friuli.

Informazioni turistiche